Home page

Movimento per la Vita - Sezione Provinciale di Prato

 

 

Appuntamenti

Giovani

Concorso europeo

Arte e cultura

Risorse

News Letter

 

 

 

 

A R T E   E   C U L T U R A 

 

"LA SPIRALE DELLE ATTESE DISATTESE"
dipinto di Eleonora Padovani
commento di Lucia Padovani

___________________

Ed i nostri ragazzi come vivono l'oggi? 
Questo oggi fatto di stragi, di guerre politiche e religiose, di famiglie sterminate e distrutte, di intolleranza, di apparenza, di superficialità, di indifferenza, di priorità e di egoismo; perché è sicuramente questo l'oggi più evidente.
Apparentemente lo vivono con indifferenza, ma se li osserviamo

con attenzione ci accorgiamo che molti di loro sono disorientati, e questo non basta perché se, poi, ci addentriamo nel loro quotidiano, ci accorgiamo che questo sbandamento è frutto di situazioni familiari tristi in cui non c'è tempo per loro, è frutto di una società individualista in cui non c'è spazio per le loro paure, è frutto di un'aggressività collettiva che gli ha insegnato solo il linguaggio della rabbia.
L'adolescenza è già, notoriamente, un’età assai difficile, piena d’indecisioni, di angosce, di frustrazioni e di amarezze. Un'età in cui si ha bisogno di continuo dialogo, di confronto, di certezze, di calore, di protezione e di risposte valide e solide.
Invece, questi ragazzi, di cui gli adulti si lamentano ma che raccolgono solo il frutto della loro semina, sembra che non trovino altro modo di vivere se non spingendosi sempre oltre…… Oltre nella crescita, oltre nei divertimenti, oltre nell'avere, oltre nell'apparire, oltre nel dominare…….oltre….. come se questo fosse l'unico modo per sentirsi vivi.
Questo è, del resto, quello che il mondo chiede: o sei "sopra" ai margini o non sei nessuno.
E' questo il mondo in cui vivono i nostri ragazzi, un mondo pieno di pretese, di condizioni, di vincoli, di clonazione che è donazione di pensieri, di comportamenti, di desideri e di necessità. E' il mondo in cui Dio è diventato una noia mortale, in cui Dio è Colui che sa solo dare dei limiti e che, in sostanza, ci priva dei divertimenti. E' il mondo in cui Dio non può aiutarci a vivere perché non può darci niente di materiale.
Questa violenza sottile e continua, che già lacera noi adulti, è il male dei nostri ragazzi che vivono soli in questo mare di aspettative, con l'ansia di non poter essere quello che gli altri si aspettano da loro. Tutto questo avere, tutta questa abbondanza li ha sommersi nella tristezza di non saper più cosa desiderare e sono protesi verso un limite che non arriverà mai.

 

<< presentazione e recensione
_________________________________


<< indice arte cultura e vita

 

 

 
 

LE OPERE



   

 

 

 

© 2010 by Movimento per la Vita di Prato - Presidente @ Marco Caponi
Sito web realizzato da  @ Nicola Di Modugno