Argomenti

Movimento per la Vita - Sezione Provinciale di Prato

   La vita umana

 

Appuntamenti

Giovani

Concorso europeo

Arte e cultura

Risorse

News Letter

 

 

 

 

MOVIMENTO PER LA VITA DI PRATO
ASSEMBLEA DEI SOCI
Prato, 14 giugno 2007

RELAZIONE


SCHEDA DI PRESENTAZIONE

SITO INTERNET: www.movimentovitaprato.org
E-MAIL: marco.mpvpo@libero.it – Segreteria: segreteriampv@hotmail.it
PRESIDENTE: Marco CAPONI residente in Via Fabio FILZI, 53
CONSIGLIO DIRETTIVO: PACINI Cristina, NINCHERI Maria KUNZ, ZAZZERI Sandra, DAMI Franca, BANDINI Caterina, CALAMIA Consuelo, PAPI Agnese, AIAZZI Michelangelo, QUERCI Francesco, GORI Marco
SEDE: Parrocchia GESU’ DIVIN LAVORATORE
Rec. tel.: cell. 347-1175334 oppure 0574-42293

RELAZIONE DEL PRESIDENTE

INTRODUZIONE

Il Movimento per la vita di Prato, per dovere statutario, tiene ogni anno una assemblea, cui partecipano i soci e tutti coloro interessati a lasciarsi coinvolgere nel servizio alla vita.
E’ l’occasione per una analisi della situazione in cui il Movimento si trova ad operare, un giudizio sul lavoro svolto e una proposta operativa per il futuro. 
Volgendo lo sguardo indietro all’anno trascorso, ritengo utile porci subito una domanda per essere spunto di riflessione e bilancio di quanto fatto: è stato raggiunto l’obiettivo di far conoscere alla società che è in Prato le urgenze attuali in tema di diritto alla vita? Siamo stati capaci di proporre, in varie occasioni createsi, una nuova cultura della vita al fine di contrapporre quella indifferenza riguardo al dramma dell’aborto ? 
Immagino che tra di voi (mi riferisco al Direttivo) ci possa già essere una reazione immediata nel rispondere in termini di:” è passato solo un anno….e siamo in pochi”. Rispondo: “abbiamo iniziato una bella avventura insieme con un nuovo Direttivo e possiamo affermare con gioia che già alcuni risultati hanno reso concreto il nostro impegno”.
Giovanni Paolo II in visita al CAV di Firenze nel 1986 diceva: “Auspico che i cristiani,i credenti, gli uomini di buona volontà vogliano collaborare con impegno sincero e costante a un’opera così evangelica, favorendone un crescente sviluppo” .
E’ un accorato appello rivolto non solo alla comunità dei credenti ma anche a ciascuno di noi, questa sera!
Sì desidero iniziare proprio da qui!
Le Sue parole debbono ancora rappresentare per noi motivo di vero impegno coraggioso, instancabile e appassionato perché ci sia, da parte della Società, comunità laiche, Parrocchie e Associazioni, più attenzione culturale alla sacralità della vita umana. Grazie a coloro che impegnati nel campo della medicina e bioetica, nel campo dell’istruzione, nel campo politico
(possiamo definirci una bellissima realtà trasversale), grazie all’impegno dei giovani, siamo riusciti nel perseguire il primo obiettivo e cioè : “Ci siamo”.


IL LAVORO COMPIUTO

E’ stata realizzata una scheda (allegata alla presente) che riepiloga le varie iniziative organizzate nell’anno con entusiasmo e con un pizzico di sacrificio; momenti, nei quali vi è stato il plauso di tante persone ed il riconoscimento per aver creato le occasioni di incontro e di riflessione su tematiche che investono la difesa e la promozione della vita. Significativa è stata la partecipazione degli studenti accompagnati dai loro insegnanti alla Mostra di opere scultoree del Maestro e amico Marco LUKOLIC. Desidero ringraziare, a tal proposito l’amico Lukolic che generosamente ha offerto il suo amore per la vita alla città di Prato, esponendo le sue stupende opere. Ringrazio sentitamente la Provincia di Prato per il sostegno concreto finalizzato a rendere “più visibile” la 29° Giornata per la vita come desidero esprimere parole di vera gratitudine alla Circoscrizione Centro per il Patrocinio offerto in tale occasione.
Vi invitiamo, in seguito, ad una attenta lettura.


IL LAVORO DA SVOLGERE: INVESTIRE SULL’ULTIMA FRAGILITA’

“Le difficoltà della vita non si superano sopprimendo la vita, ma superando insieme le difficoltà”.
Questo è stato il programma del primo Centro di aiuto alla vita nato a Firenze nel 1975. Questo è il programma divenuto, in seguito, base di un impegno concreto attraverso la parola e l’azione di ogni CAV e MpV in Italia. Questa è la risposta concreta del Popolo della vita ad una cultura della morte che serpeggia in una Società, “distratta” a certi valori.

….superando insieme le difficoltà con I GIOVANI
Prima forza strategica
I nostri ragazzi, Marco Caterina Agnese Consuelo e Massimiliano, si impegnano con passione nel rendere la Società, più attenta e in ascolto delle grida silenziose dei bambini appena concepiti e delle loro madri. E’ un volontariato difficile quello che opera sul fronte della vita, spesso frainteso, non capito, scomodo. I nostri giovani rappresentano la prima forza strategica inserita in un quadro operativo da attuare nell’immediato futuro. Noi, che facciamo parte di questa bella famiglia (Movimento e Centro) dobbiamo sostenerli e incoraggiarli nel creare iniziative al fine di coinvolgere e conoscere più giovani possibili. Faccio un appello ai presenti e a coloro che leggeranno questa relazione: troviamo occasioni per diffondere il Concorso Scolastico Europeo (poche ancora sono le adesioni) chiamiamoli per testimoniare concretamente su quanto il Movimento per la vita italiano investe sui Giovani: i seminari estivi e invernali, i corsi di formazione, momenti culturali e artistici etc.
Carissimi Marco Caterina Agnese Consuelo Massimiliano, non scoraggiatevi per i troppi impegni che investono il vostro quotidiano e limitano l’azione e l’inventiva per un concreto Si alla vita: Vi ricordo le bellissime parole di Giovanni Paolo in uno dei suoi ultimi incontri con il Movimento : “Vi affido la vita”. E’ un progetto difficile da attuare ma non impossibile se insieme troveremo nuove idee concrete. Per doverosa informazione, i nostri giovani rappresentano il Movimento per la vita (ormai da qualche anno) alle riunioni della Consulta diocesana giovanile. Questa è una preziosa occasione per testimoniare la bellezza di essere giovani Volontari per la vita e grazie alla sensibilità dimostrata in ogni circostanza da Don Enrico CASSANELLI-Responsabile diocesano della Pastorale giovanile, sono stati realizzati momenti di preghiera e di incontro con i ragazzi della Pastorale giovanile. Ricordiamoci, inoltre, del Rappresentante nazionale, Leo PERGOMI, e del Rappresentante di Federazione regionale, Andrea BIOTTI. Sono ragazzi eccezionali che si rendono disponibili per simpatici ed animati incontri tra i giovani. Già altri Mpv e CAV hanno sperimentato questo. Proponiamo sempre con semplicità e senza timore. Quando si propone la vita, si propone una grande avventura da affrontare con amore e coraggio. 
Un caro saluto di benvenuto va rivolto ad Agnese e un grazie di cuore per essere entrata senza indugio a far parte della nostra realtà. A Consuelo, ricordo che essendo la responsabile dei giovani del nostro Movimento, spetta un compito arduo e delicato…..Grazie per la tua disponibilità nel testimoniare instancabilmente quel Si alla vita in ogni occasione e circostanza.

….superando insieme le difficoltà con LA PRESENZA POLITICA
Seconda forza strategica.
Il diritto alla vita nella politica viene considerata nella nostra realtà una forma di apostolato particolarmente necessaria. Il Movimento per la vita, pur essendo, per dovere statutario, una Associazione apartitica, interviene sul piano politico laddove il valore della vita ha bisogno di tutto il nostro sostegno in ambito parlamentare. Non a caso il Movimento è stato invitato, in questo ultimo periodo, da alcune realtà partitiche locali in occasione di incontri-dibattiti sui temi della bioetica, della vita nascente e terminale. Ringraziamo coloro che avvertono questa urgenza : in questo, si legge una esigenza politica di incontrarsi per un serio confronto su tali tematiche e cercare insieme soluzioni concrete perché la questione del diritto alla vita non sia un fatto storico esaurito ma anzi…. Per una provocazione costruttiva dove tutti noi, questa sera, dobbiamo sentire un forte richiamo all’impegno, sono gli aborti che in un anno, 2006, sono stati praticati a Prato - 558. Proposta: chiediamo ai politici di abbattere quel muro ideologico che per anni ha creato solo scontri e divisioni con il popolo della vita, allontanando sempre di più lo sguardo sul bambino appena concepito e sulla madre che si trova in difficoltà per una gravidanza inattesa. La sfida è di dimostrare che i valori della famiglia e della vita uniscono e possono travalicare le frontiere dei partiti e degli schieramenti.
Estendiamo, perciò, una unitaria mobilitazione in grado di incidere nella cultura e “influire” sulla politica. Tutto questo per richiamare la Politica alla sua missione più nobile.

….superando insieme le difficoltà con IL MOVIMENTO PER LA VITA E CENTRO DI AIUTO ALLA VITA
Terza forza strategica.
Desidero tornare di nuovo, per un attimo, ai ruoli che rivestono queste due realtà, operanti da ormai 30 anni in Prato.
E’ evidente che il Centro di Aiuto alla vita e il Movimento per la vita sono due facce della stessa medaglia: il servizio di prevenzione dell’aborto non sarebbe efficace senza la diffusione di una cultura capace di riconoscere nel concepito “uno di noi”, ma, d’altra parte le parole pronunciate in questa direzione non sarebbero persuasive se non si appoggiassero alla esperienza concreta del Centro di Aiuto alla vita. Pertanto il Movimento ha un volontariato impegnato ad una presenza culturale, educativa, politica mentre il Centro di Aiuto alla vita svolge un servizio di condivisione e solidarietà ed assistenza nei confronti delle gestanti e delle donne in difficoltà. 
Le attuali aggressioni contro la vita, negli ultimi venti anni non sono affatto diminuite, ma, anzi, si sono moltiplicate. Non bisogna lasciarsi ingannare dalla insistita tesi di chi difende la legge 194 con l’argomento che le interruzioni di gravidanza sono diminuite. Si è, invece, diffuso l’aborto precocissimo, non sottoponibile a statistiche, ma certamente assai frequente, realizzato con mezzi chimici (pillola del giorno dopo, pillola RU-486). Esso non può essere prevenuto con la condivisione e l’assistenza, come avviene per l’aborto “tradizionale”: solo il pensare, la cultura, l’informazione corretta possono limitarlo. Questo dimostra, ancora una volta, lo stretto legame tra il lavoro del CAV e quello del MPV. A tal proposito è utile richiamare l’attenzione su un Progetto – Progetto vita- curato dal CAV e CARITAS con la collaborazione del MpV e di altre realtà associative. Il MpV ha curato per l’occasione gli incontri con i giovani studenti nelle Scuole ed Istituti di Prato, creando momenti di confronto e dibattito con medici e giuristi del Mpv e CAV. Ci auguriamo che questa tipologia di attività continui grazie anche alla collaborazione degli insegnanti, sensibili a tali tematiche.





….superando insieme le difficoltà con LE ASSOCIAZIONI
Quarta forza strategica.
“Dobbiamo allora interrogarci, con grande lucidità e coraggio, su quale cultura della vita sia oggi diffusa tra i singoli cristiani, le famiglie, i gruppi e le comunità delle nostre Diocesi. Con altrettanta chiarezza e decisione, dobbiamo individuare quali passi siamo chiamati a compiere per servire la vita secondo la pienezza della sua verità”. Giovanni Paolo II – E.V. 
E’ sempre più evidente l’urgente necessità di uno stretto collegamento con le Associazioni laicali e Movimenti dell’area pratese, chiedendo loro un rinnovato impegno per il diritto alla vita. La presenza del Movimento per la vita:
- nell’ Associazione pratese per i diritti della famiglia;
- nelle Aggregazioni laicali,
rappresenta una preziosa opportunità per rendere unisona la voce della vita. Dobbiamo trovare più occasioni, avere più idee per realizzare insieme iniziative per una grande campagna di cultura della vita. Tra i nostri obiettivi vi è quello di trasferire alle Associazioni la nostra specifica sensibilità e le nostre proposte in materia di vita umana. Ecco perciò un appello a tutti voi che in parte rappresentate queste bellissime realtà …sarebbe assai bello se riuscissimo a programmare degli incontri formativi nelle associazioni : perché non provarci? Sarebbe assai bello se riuscissimo ad organizzare per la prossima Festa di Primavera 2008 una camminata lungo il Bisenzio e distribuire per l’occasione il volantino di SOS VITA : E’ una idea banale? Oppure organizzare con il CSI alcune attività sportive a sostegno del Progetto Gemma l’ adozione prenatale a distanza. 
Sento molto questo desiderio di unità e di coordinamento : per far vincere la vita bisogna essere in molti e bisogna essere uniti.

….superando insieme le difficoltà con le COMUNICAZIONI SOCIALI
Quinta forza strategica.
Quinto potere: l’informazione.
Il ruolo giocato dai mezzi di informazione contro il diritto alla vita è notorio: l’informazione non ci è amica. Diciamo certa Informazione. Escludiamo dal contesto i quotidiani, mensili, settimanali, a noi vicini. Dobbiamo mettere a punto tutte le risorse necessarie perché la vita arrivi al cuore del Progetto culturale.
Quanta efficacia può avere una parola scritta in una locandina o detta in televisione perché in quel momento quella donna nell’ascoltare o leggere “per caso” decide per quel SI ALLA VITA.
Permettetemi, allora, una particolare attenzione al nostro mensile SI ALLA VITA, definito da più parti lo strumento utile per informare e per educare tutti: giovani e meno giovani, famiglie etc su tematiche quali la bioetica, la vita nascente, la vita nella sua fase terminale. Il livello tecnico raggiunto e i contenuti sempre più significativi incoraggiano ad insistere molto di più nell’azione di diffusione. Come già sottolineato dal Presidente nazionale, On. Carlo Casini, nella nostra famiglia deve aumentare l’attenzione e la sensibilità nel poter diffondere la rivista in ogni realtà a noi nota: 16 euro annue (costo dell’abbonamento), mi domando, è una cifra che può creare una difficoltà economica? 
In ogni ricorrenza importante come il Natale, la Pasqua ed altri momenti significativi: perché non regalare all’amico un abbonamento.
Vi racconto la mia storia: la mia passione, la mia sana inquietudine, la mia adesione al Movimento, è iniziata con un abbonamento (al Si alla vita) regalatomi da un carissimo amico di Firenze… con questo semplice gesto, quanti si sono avvicinati alla nostra realtà e divenuti in seguito validi collaboratori.
Può essere utilizzato per trarre delle tracce di riflessione da proporre negli incontri, nei dibattiti.
In occasioni di incontro, alcuni ci chiedono che cosa si può fare per essere testimoni della vita ”…non sono medico, non sono avvocato, non sono un politico, sono una persona qualsiasi: quale può essere il mio ruolo, allora?” L’abbonamento è già un impegno per colui che ci crede e una risorsa economica per il Movimento nazionale. Pertanto, il Movimento è chiamato a svolgere una campagna abbonamenti, studiando i modi per una capillare diffusione: ad esempio nei vari incontri tavole rotonde, assemblee si dovrebbe sempre e sistematicamente portare i moduli di abbonamento, distribuirli, parlarne..
Concludo, sottolineando che le problematiche giuridiche, morali, filosofiche, scientifiche circa il diritto alla vita e del suo rispetto, richiedono una conoscenza ed una puntuale e corretta informazione: SI ALLA VITA ha questo ruolo importante e va sostenuto.

…superando insieme le difficoltà con la MUSICA
Sesta forza strategica
La Vita è un inno: cantalo – Anche la musica, il canto possono far crescere il Popolo della vita.
Abbiamo affermato che il primo obiettivo, in grandi linee è stato raggiunto e cioè quello di essere presenti.
L’incontro con la Corale di Vaiano ne è la conferma: immediatamente si è creato un rapporto di stima e amicizia reciproca. Quello che ci unisce è la consapevolezza che ogni nota musicale, cantata con il cuore, possa raggiungere il cuore di quella mamma rimasta sola e noi sappiamo che la solitudine è il primo motivo che induce la donna alla drammatica decisione di abortire. Ecco quindi che a breve, esattamente Giovedì 19 luglio p.v la Corale si esibirà al Chiostro del Duomo e tutti voi siete invitati per questa “Notte di note…note di vita” non solo per apprezzare la professionalità di questa bellissima realtà (protagonisti del Musical “Forza venite gente”) ma per rendere visibile il nostro Si alla vita. Lo scopo di questa iniziativa che farà da premessa all’evento musicale nella prossima Giornata per la vita 2008, è quello di stimolare una riflessione sulla vita con uno “strumento” diverso per coinvolgere più persone rispetto a quelle che normalmente partecipano alle iniziative del Movimento. Pertanto Vi raccomandiamo di coinvolgere amici, parenti e conoscenti per essere numerosi nel sogno di una notte di mezza estate.

CONCLUSIONI

La vita, un ponte per incontrare l’uomo! Questo, in sintesi, il programma che dovrà essere attuato nell’immediato futuro: realizzare un ponte per offrire a tutti la possibilità di attraversare il fiume delle difficoltà, delle incomprensioni e delle incertezze che ostacola l’inventiva e la generosità nel servire la vita sempre e comunque.
E allora solo una parola: grazie.
Grazie a voi, cari amici, convenuti qui, questa sera, per condividere INSIEME quella sana inquietudine che ci accompagna e ci provoca quotidianamente… “perché c’è ancora tanto da fare...”. Grazie a voi per la vostra amicizia, “perché se c’è qualcuno che ha saputo mettersi accanto con amore, affetto, riconoscimento della dignità dell’uomo, della donna, del bambino…..questi siete proprio Voi” (Carlo Casini).
Ed infine, ancora una volta, desidero esprimere sentimenti di profonda stima ed affetto per Carlo CASINI: sentimenti che sono anche dei volontari che operano nel Movimento per la vita di Prato. Per noi è sempre un onore dirTi Grazie: Grazie per la tua instancabile attività di sensibilizzazione e di promozione del diritto fondamentale alla vita: la tua testimonianza di apostolo del Vangelo della vita è per ognuno di noi stimolo a non dubitare neanche per un attimo del tempo e del sacrificio che viene speso ogni giorno “per l’uomo nella sua estrema fragilità”.
Un grazie di cuore permettetemi di riservarlo a Giuliana ZOPPIS, la nostra Presidente di Federazione dei Movimenti e Centri di aiuto alla vita della Toscana. Sempre disponibile e pronta ad intervenire per sostenere le difficoltà quotidiane dei Movimenti e Centri locali. La sua passione e il suo instancabile amore per la vita ci sproni ad operare con tenacia operosa e fiducia “…per costruire insieme con tutti gli uomni di buona volontà la civiltà della verità e dell’amore”(G.Paolo II). 

Grazie.

                                                                     Marco Caponi





A L L E G A T O

LE MILLE STRADE DI UN IMPEGNO



IL LAVORO COMPIUTO

Roma, 11 giugno 2006-in Piazza San Pietro con le Scuole Cattoliche 
“Saluto ora il Movimento per la vita di Prato che insieme alle Scuole cattoliche sono oggi a Roma …….” Questo fu il saluto di Papa Benedetto XVI rivolto in occasione dell’Angelus del 11 giugno di un anno fa. Certamente tutti ricorderanno quel bellissimo giorno a Roma: tre pullman delle Scuole cattoliche le quali aderirono al Concorso di disegni e di elaborati scritti promosso dal Centro di Aiuto alla vita di Prato e successivamente il nostro Movimento, per coronare l’impegno concreto degli alunni e delle loro insegnanti, promosse l’iniziativa.

Prato, febbraio 2007- 29°Giornata per la vita. “Amare e Rispettare la Vita”
Come in ogni Giornata per la vita (iniziativa ecclesiale che ogni anno viene proposta nelle Diocesi) i Centri di aiuto alla vita e i Movimenti per la vita svolgono un ruolo importante in tale contesto e partecipano, con le Comunità ecclesiale, a rendere visibile e concreta la Giornata nella sua finalità. Anche in questa 29 edizione è stato fatto tanto: permettetemi un rapido escursus: 

- la Mostra di opere scultoree dedicate alla maternità del bravissimo Maestro Lukolic: le opere esposte dall’artista, (opere scultoree, di grafica e di pittura) hanno svolto un ruolo importante per richiamare l’attenzione di tutti (credenti e laici) sul valore incommensurabile della vita umana. Scegliere il linguaggio dell’arte per comunicare un messaggio importante e assai delicato per gli aspetti noti, è stato senza dubbio una sfida. Una sfida, accolta da tutti i visitatori, con immenso piacere. E’stata molto gradita la partecipazione di alunni di vari Istituti di Prato, accompagnati dai loro insegnanti. I ragazzi sono stati particolarmente attratti dal linguaggio artistico utilizzato dall’artista e hanno partecipato con interesse alla discussione e confronto creatosi per l’occasione, su temi assai delicati e complessi, quali i temi della bioetica, la sacralità della vita umana, il senso del nascere e del morire, visto anche dalla cultura contemporanea.

- “I bambini cantano i bambini”- Serata canora con i Cori parrocchiali: l’iniziativa si è svolta la sera del 9 febbraio presso la Chiesa della Madonna dell’Ulivo. Grazie all’impegno fattivo e concreto dei giovani del Movimento (in particolare, Caterina) per la bellissima riuscita, l’iniziativa, è’ stata molto apprezzata da tutti i partecipanti per la calda e vivace presenza di 150 bambini, appartenenti ai 7 cori parrocchiali, intervenuti per l’occasione. Attraverso i canti e le poesie, i bambini hanno rivolto, con la loro disarmante innocenza, un chiaro e significativo messaggio alle centinaia di persone presenti: il coraggio di essere testimoni della pace e promotori del valore della vita per costruire insieme una Società “più giusta”. 
Anche in questa occasione, determinante è stata la creatività della Sig.na Solaria BETTAZZI, vetrinista, nel realizzare la scenografia che ha reso ancor più significativa la serata canora. Grazie alla sua professionalità, Ella ha contribuito tecnicamente nel rendere la serata ancora più accogliente e il suo intervento è stato un segno di gratitudine al Movimento per la vita.
Sponsor ufficiale della serata: “LA FESTA BOMBONIERE”.
TV Prato è intervenuta con riprese televisive e trasmesse successivamente nei notiziari locali.

- Incontro Dibattito con il Presidente nazionale del Movimento per la vita italiano: l’incontro si è tenuto presso la Sala Conferenze della Parrocchia di Sant’Agostino il giorno 16 febbraio alle ore 21.15. Dopo un breve saluto di SE Mons. Vescovo, si apriva l’incontro con l’intervento del Presidente nazionale del Movimento per la vita, l’eurodeputato On. Carlo CASINI, il quale ha riportato, in ambito europeo, le varie mozioni discusse dagli europarlamentari a Strasburgo, in tema di bioetica, con un particolare richiamo alla sperimentazione sugli embrioni umani, e in tema di eutanasia e accanimento terapeutico. Inoltre, vi è stata l’occasione anche di poter illustrare il significato della Giornata per la vita, promossa e celebrata ogni anno in tutte le Diocesi italiane. La Giornata, infatti, molto cara ai Pratesi perché ideata da Mons. Fiordelli, vuol essere un momento particolare di riflessione e discussione sul significato profondo di amare e accogliere ogni vita umana: da quella visibile, attraverso potenti microscopi a quella sofferente e nella fase terminale. Un messaggio che la Chiesa italiana, rivolge annualmente alle comunità ecclesiali e laiche. La serata si è poi trasformata in un sereno “botta e risposta”, grazie ai numerosi interventi dei partecipanti. Significativa è stata la presenza di gruppi giovanili.
TV Prato è intervenuta con riprese televisive e trasmesse successivamente nei notiziari locali. 
La serata nel suo insieme è stata proficua per i contenuti e per gli interventi dei presenti.

Roma 12 maggio 2007 – Piazza San Giovanni 
Family day : Famiglia e Vita, la grande alleanza.
Perché il Movimento per la vita in Piazza San Giovanni? Perché costituisce, a livello nazionale, fin dall’inizio una delle anime del Forum delle famiglie. Ma non solo. C’è soprattutto tra diritto alla vita e diritti della famiglia un legame profondo. Noi siamo stati lì in Piazza San Giovanni per testimoniare il nostro Si alla famiglia fondata sul matrimonio e riconosciuta dalla nostra Carta Costituzionale. La famiglia è stata l’unica protagonista di questa bellissima Giornata. “Guardiamo alla famiglia con gli occhi dei bambini”. Questo è stato lo slogan, reso concreto in uno striscione realizzato dai nostri volontari, che ha accompagnato le famiglie di Prato. E’ stato scritto in una maglietta 1° Family day: si perché il nostro augurio è che ci sano altri family day “quale segno ed inizio di una novità: l’unità non solo delle associazioni cattoliche…..ma anche di quanti hanno un comune sentire riguardo alla vita umana e alla famiglia, credenti o non credenti che siano (On. Carlo CASINI). 

IL COMITATO SCIENTIFICO
Prato, dicembre 2006: costituzione del Comitato Scientifico Movimento per la vita di Prato

Nel mese di dicembre 2006 si è costituito, all’interno del Movimento, il Comitato scientifico.
E’ una realtà, già prevista nel Movimento per la vita italiano, formata da esperti in bioetica, medicina, giurisprudenza con il compito specifico di esaminare, approfondire ed illustrare, laddove chiamati, le tematiche afferenti la vita nascente, la bioetica, nella sua complessità, l’eutanasia e l’accanimento terapeutico etc. I referenti di tale realtà sono la Dott.ssa Maria NINCHERI KUNZ, Dott. Michelangelo AIAZZI e l’Avv. Francesco QUERCI (conosciuti per i loro apprezzati interventi in occasione del confronto referendario sulla L.40 e inseriti, allora, nel Comitato Scienza e Vita). Al Comitato, possono aderire anche coloro (medici, avvocati, giuristi etc.) che pur non facendo parte del Movimento per la vita offrono la loro professionalità e passione per diffondere una nuova cultura della vita. Il team è già intervenuto in alcuni incontri / dibattiti organizzati da Associazioni e Parrocchie. La campagna di sensibilizzazione sul tema dell’eutanasia e accanimento terapeutico è tra le priorità operative del Comitato (in coordinamento con l’attività dell’Associazione Scienza e Vita della Regione Toscana) ma altri argomenti saranno posti all’attenzione delle varie Associazioni a breve termine. Il Consiglio Direttivo del Movimento per la vita di Prato ne coordina le attività.


SETTORE SCUOLA
La scuola rappresenta sicuramente un’agenzia educativa di altissimo significato per il Movimento, con la quale sarebbe naturale collaborare, per trasmettere quei valori morali che sono alla base di un’autentica formazione della persona. Collaborazione che “la crisi educativa” sbandierata dai quotidiani ci indica come non solo necessaria ma anche urgente. Purtroppo le istituzioni scolastiche, e non solo loro, non sembrano capaci di andare al fondo del problema, lo smarrimento e la negazione della “Verità” con la maiuscola, e continuano a farsi veicolo e testimoni di quel relativismo che distrugge il senso dell’umana convivenza. L’atteggiamento nei confronti dei progetti educative del Movimento non è ancora percepito bene, nel complesso. Anche la realtà del Concorso dei giovani, patrocinata dalle più alte cariche dello Stato, ha trovato molti ostacoli alla sua diffusione, e spesso i dossier di supporto al concorso non sono oggetto di attenta valutazione ai fini di una proposta concreta, da parte dei docenti, in quella Scuola o Istituto. E allora, che fare ? quest’anno abbiamo cercato di far arrivare i dossier nelle scuole tramite un docente di riferimento e abbiamo realizzato un incontro informativo con gli insegnanti di religione della Diocesi. In quell’occasione abbiamo illustrato anche il progetto “Progetto Vita (progetto realizzato dal Centro di Aiuto alla vita e Caritas con la collaborazione del Movimento per la vita )”, che a Giugno 2006 era stato mandato a tutti i Presidi delle scuole superiori. Si tratta di un progetto che prevede due incontri con una o più classi di alunni, durante il primo incontro viene proiettato un video sul tema e viene fornita una scheda di riflessione, utilizzata dal docente per introdurre il dibattito che si svolge nel secondo incontro. Il progetto prevede la partecipazione di un medico e di uno o più volontari per la vita. Gli incontri sono stati realizzati in tre istituti cittadini: l’istituto tecnico “Keynes”; l’istituto tecnico “Dagomari”e il liceo pedagogico “Cicognini-Rodari”. L’esperienza è stata di quelle che ti lasciano qualcosa dentro: l’entusiasmo per ciò che siamo riusciti a comunicare, la commozione riflessa negli occhi di tanti alunni, la sorpresa di aver suscitato domande e interesse, la consapevolezza di quanto bisogno c’è di parole di “senso” nel mondo giovanile e che la chiusura è spesso caratteristica degli adulti. Quindi per il prossimo anno ci ripromettiamo di proseguire sulla strada intrapresa con l’obbiettivo molto realistico di aprirci dei piccoli varchi in questa realtà, promovendo al meglio il Concorso, migliorando sicuramente il progetto, diversificando anche l’offerta, visto le richiesta che abbiamo avuto di interventi di educazione all’affettività e sessualità, da destinare soprattutto alle classi del biennio, e la discussione di tematiche legate all’eutanasia, richiesta dalla classi terminali ( molto belli e riusciti gli interventi preparati dal Dott. Michelangelo AIAZZI e Dott.ssa Maria NINCHERI KUNZ rispettivamente al Dagomari, al Rodari e al Keynes). Dovranno essere ricontattate le scuole, soprattutto consolidando i rapporti di collaborazione con i docenti ed eventualmente organizzando degli incontri a livello scolastico provinciale per introdurre il tema del prossimo concorso. A tal proposito, desideriamo formulare un accorato appello rivolto a tutti i Docenti delle Scuole e Istituti di Prato perché siano promotori di “occasioni concrete” per affrontare, insieme a noi, Movimento per la vita, una attenta riflessione, con i Giovani, su certe tematiche che investono la sacralità e la inviolabilità della vita umana. A volte i giovani vengono rappresentati come una massa informe e incolore priva di ideali e di valori: NON E’ VERO! Noi crediamo nei Giovani e loro credono in noi: lo dimostrano le migliaia di adesioni che dal 1986, grazie al Concorso Scolastico proposto annualmente, rappresentano un chiaro segno di speranza e desiderio di conoscere “le meraviglie della vita umana”. Pertanto, noi Ci siamo e desideriamo metterci a disposizione (senza limiti), per rendere concreto, insieme a Voi, questo Progetto (il Concorso) dai caratteri fortemente educativi.
“fare della propria vita un autentico capolavoro di amore, di pace, di servizio..questo è l’appello che noi giovani riconosciamo nel nostro cuore…..(una giovane studente)”.


Movimento per la vita di Prato 
Cell. 347/1175334 
E-mail: marco.mpvpo@libero.it oppure segreteriampv@hotmail.it
Sito internet: www.movimentovitaprato.org
Codice fiscale : n° 92061410483

 

 

 

 

 

 
 
   

 

 

 

© 2010 by Movimento per la Vita di Prato - Presidente @ Marco Caponi
Sito web realizzato da  @ Nicola Di Modugno